Giochi immortali, per comuni mortali

Uscito a inizio estate, ma molto utile in previsione dell'inizio delle competizioni matematiche del PRISTEM, l'ultimo libro di Ennio Peres  raccoglie quesiti di matematica e logica risultando una lettura perfetta per allenare la mente divertendosi a tutte le età. 

Ennio Peres, laureato in Matematica con lode, nel 1972, si è votato alla diffusione del gioco, come strumento di motivazione dello studio della Matematica, dopo aver assorbito le idee didattiche di Lucio Lombardo Radice e di Liliana Ragusa Gilli.

Da allora, nell'intento di divulgare la Matematica in maniera piacevole, ha scritto una trentina di libri, ha curato numerose rubriche giornalistiche, ha tenuto centinaia di conferenze in Italia e nel Canton Ticino, ha prodotto dei giochi in scatola, ha collaborato con trasmissioni radiofoniche e televisive.

Peres, infatti, è convinto che i giochi possiedono la capacità di far germogliare il desiderio di conoscere meglio la Matematica, mettendo in luce gli aspetti più curiosi e divertenti di tale fondamentale materia. Questi, in generale, si basano su ragionamenti puri, non dipendenti dall'uso di particolari ritrovati tecnologici; di conseguenza, nonostante la loro remota origine, riescono a mantenere immutato nel tempo il loro fascino, al riparo da mode passeggere e da condizionamenti di mercato. E riescono a coinvolgere persone di qualsiasi età...

Il nuovo libro che ha scritto contiene un'abbondante raccolta di giochi interessanti e divertenti (problemi, enigmi, paradossi, ecc.), tratti in gran parte dalla vasta e variegata letteratura di Matematica ricreativa.
Gli obiettivi che si pone sono, fondamentalmente, i seguenti due:

– fornire uno strumento giocoso e creativo per invogliare anche i giovani allo studio della Matematica (materia comunemente, ma a torto, considerata ostica ed arida);

– offrire una serie di spunti stimolanti per riuscire ad approfondire, operando su problemi pratici, le potenzialità degli strumenti matematici.

A tale scopo, ha cercato di elaborare il materiale raccolto, in forma chiara e scorrevole, ricorrendo a dei concetti matematici estremamente semplici (in pratica, solo le operazioni aritmetiche elementari), perché possa essere compreso da lettori di qualsiasi età, anche molto giovani.

In assoluto, però, intende rivolgersi a tutte le persone mentalmente curiose, indipendentemente dalle proprie conoscenze matematiche. In particolare, ambirebbe a coinvolgere gli insegnanti desiderosi di integrare le proprie lezioni in maniera gradevole e i genitori (illuminati) interessati a offrire uno stimolante doposcuola ai propri figli.

Salani, Milano, giugno 2017 (pp. 160 pagine; euro 13,90)

 

Affascinato da sempre, dalle potenzialità magiche della Matematica, Peres ha dedicato un intero capitolo del suo libro a questi aspetti. Ma li ha disseminati implicitamente anche in altri punti, come possono dimostrare, i seguenti esempi, tratti dal paragrafo dei numeri unici.

• 37 - Il risultato che si ottiene sempre, se si divide un numero di tre cifre uguali (ad esempio: 333), per la somma di tali cifre (3+3+3 = 9; 333/9 = 37).

• 1089 - Il risultato che si ottiene sempre, effettuando questa serie di semplici operazioni:
– si scrive un numero composto da tre cifre, tutte diverse tra loro (ad esempio: 312);
– si scrive un altro numero di tre cifre, disponendo in ordine inverso le tre cifre precedenti (312  213);
– si ricava un nuovo numero di tre cifre, effettuando la sottrazione tra il più grande e il più piccolo dei due numeri precedenti (312−213 = 099);
– si rovesciano le cifre di questo risultato, ottenendo un nuovo numero di tre cifre (099  990);
– si sommano questi due ultimi numeri (99+990 = 1089).

Non puoi postare commenti

Blog

  • Anche per l'anno scolastico 2017/2018 il Centro PRISTEM, in collaborazione con l'Associazione Italiana per lo Sviluppo del Talento e della Plusdotazione (AISTAP), organizza i Laboratori PRISTEM-AISTAP, una serie di laboratori dedicati a un numero limitato di alunni di scuola secondaria
    Read More
  • I cinque quadrati
    Alle recenti gare di Giochi Matematici tenute alla Bocconi di Milano, è stato proposto il seguente problema (era il numero 11, per i concorrenti dalla terza media in su).
    Read More
  • Martin Gardner
    Sono passati sette anni dalla scomparsa di Martin Gardner, lo straordinario personaggio che ha fatto riscoprire i giochi matematici a una vasta platea di non specialisti con la sua rubrica “Mathematical Games” apparsa dal 1957 sulla rivista Scientific American. Il
    Read More
  • Nicolò Tartaglia
    Mi permetto di suggerire problemi che possono dare uno schema per come affrontare i vari testi che vengono proposti durante una gara. Allora vi chiedo quanti numeri compresi fra 1 e 10.000 hanno come somma delle cifre 5. Propongo questo
    Read More

Cerca nel sito